Privacy Policy

giovedì 9 febbraio 2017

I tuoi dischi ottici potrebbero valere milioni di dollari

Questo articolo è scritto sia in italiano, sia in inglese, essendo rivolto in prevalenza ai nostri lettori americani.
This article is written both in Italian and in English, being addressed primarily to our American readers.

Alcuni produttori di dischi ottici e di drive ottici (sia lettori sia masterizzatori) risarciranno 100 milioni di dollari i loro clienti americani. Nella lista troviamo produttori quali Sony, NEC, Panasonic, Hitachi-LG, HP e Dell. Nel periodo 2003-2008, hanno deciso di puntare sui nuovi masterizzatori DVD, spartendosi i profitti e alzando i prezzi. È vero che, un po’ la volta, i CD-R, i DVD-R e i DVD+R hanno iniziato a costare sempre di meno (i CD-R arrivarono a circa 10-12 centesimi l’uno) in quel periodo, ma a quanto pare il prezzo era gonfiato illegalmente. Questo è avvenuto sia negli USA sia in Europa. 

Nel Vecchio Continente è già in corso un’indagine da diverso tempo, ma quanto successo dall'altra parte dell’oceano è particolare: chi ha in casa sia i drive ottici, sia i dischi (se confermati anche questi ultimi) “incriminati”, riceverà 10 dollari cadauno!
Considerate che con una spesa di 25-30 dollari era possibile comprare una campana da almeno 10 dischi (a volte anche da 25 o 50), pensate a quanto gli americani riceveranno come “compenso” per le loro masterizzazioni. In quel periodo i masterizzatori, invece subirono una discesa fenomenale nel costo: da un minimo di 200 dollari, si scese prima a 100, poi a 50 e, infine, verso i 10-15 dollari intorno al 2008 (almeno nel caso di Sony, di Hitachi-LG e di qualche altro produttore).

Se siete cittadini americani (ma forse succederà anche dalle nostre parte), e avete acquistato (o ricevuto in regalo) almeno un masterizzatore o un lettore ottico prodotto fra il 2003 e il 2008 e/o dischi ottici, potete richiedere il rimborso online seguendo questo link. Attenzione: non tutti gli stati americani sono coinvolti, né tutti i drive e i dischi dei produttori coinvolti. Compilando la richiesta online, potrete ricevere maggiori informazioni.

Non sarà richiesta alcuna prova d’acquisto, né gli amministratori sono tenuti a fare un controllo di ciascuna richiesta. Naturalmente, gli “amministratori hanno il diritto di richiedere ulteriori verifiche sull’acquisto annunciato".

È ipotizzabile che molti non parteciperanno a quest’iniziativa di rimborso, per evitare possibili multe per l’uso legato alla pirateria dei dischi ottici. Altri potrebbero non accettare di mettere a disposizione i dischi masterizzati, per contenuti personali legali che violerebbero la privacy. Nel periodo incriminati sono stati venduti circa 9 milioni di dischi ottici, montati in circa 57 milioni di computer. Moltiplicando per 10, si arriva a circa 90 milioni da risarcire (indistintamente dal numero dei computer)!

English version


Some manufacturers of optical disks and optical drives (both readers and writers) indemnify 100 million dollars their American customers. In the list are manufacturers such as Sony, NEC, Panasonic, Hitachi-LG, HP and Dell. In the period 2003-2008, they have decided to focus on the new DVD recorders, sharing profits and raising prices. It is true that a little time, the CD-R, DVD-R and DVD + R have begun to increasingly cost less (the CD-R reached about 10-12 cents each) in that period, but apparently the price was inflated illegally. This occurred both in the US and in Europe. In the Old Continent it is already under investigation for some time, but what happened on the other side of the ocean is special: those at home or optical drives, and the discs (if also confirmed the latter) “implicated” You will receive $ 10 each!

Consider that at a cost of 25-30 dollars was possible to buy a bell for at least 10 disks (sometimes even 25 or 50), think of how Americans receive as “compensation” for their burns. At that time the recorders, however underwent a phenomenal drop in the cost: from a minimum of $ 200, you got first to 100, then to 50 and finally to the 10-15 dollars around 2008 (at least in the case of Sony, Hitachi-LG and some other manufacturer).

If you are American citizens (but maybe will happen also in our part), and you have purchased (or received as a gift) at least one burner or an optical reader produced between 2003 and 2008 and / or optical discs, you can request a refund online by following this link. Warning: not all American states are involved, or all the drives and disks of the involved producers. By filling out the online application, you will receive more information.

No proof of purchase will be required, nor the directors are required to make a request of each control. Of course, the administrators have the right to require further verification on the purchase announced.

It is conceivable that many do not participate in this initiative refund, to avoid possible fines for the use related to piracy of optical discs. Others may not agree to make available burned discs, for legal content that would violate personal privacy. In indicted period they were sold about 9 million optical discs, mounted about 57 million computers. Multiplying by 10, you get to about 90 million of compensation (without distinction by the number of computers)!

Reazioni:

0 commenti :

Posta un commento