Privacy Policy

giovedì 16 febbraio 2017

Il governo britannico vuole imporre dei filtri anti-pirateria a Google

Torrentfreak riporta una notizia per alcuni versi sconcertante: il governo britannico sembra che abbia avuto un incontro o negoziazione con i rappresentanti Google per porre in evidenza la loro volontà di creare dei filtri di ricerca in grado di escludere contenuti pirata, questi contenuti sarebbero segnalati dal governo.


Se la negoziazione fallisse, non è ben chiaro cosa abbia intenzione di fare il governo. 

Il fine, ovviamente, è quello di continuare la lotta alla pirateria e Google, come motore di ricerca, si è e si sta impegnando molto contro la pirateria, escludendo già ora contenuti segnalati tramite gli appositi strumenti legislativi e/o integrati nello stesso motore. Si tratta comunque di una cosa senza precedenti, mai nessun governo finora ha avuto l'idea di intervenire così pesantemente su un motore di ricerca, limitando così la libera circolazione delle informazioni; negli ultimi anni si è vista una escalation di azioni non più verso gli utenti (come anni fa) bensì verso i siti, oscurandoli e rendendoli inaccessibili (come l'ultima ordinanza) ma questa strada che sembra venga intrapresa potrebbe segnare una vera svolta, per molti versi però, in negativo.

Voi cosa ne pensate? Quale potrebbe essere la strada giusta per limitare la pirateria?

Reazioni:

0 commenti :

Posta un commento